Vai alla homepage di www.kucinare.it Ricette

cerca


community

Login
Gli utenti di Kucinare.it

Forum

La mia pagina
Invia ricetta
Invia articolo
Netiquette
Registrati

Il ricettario

Le ricette preferite

Gli articoli

Link
Contattaci
home

Creative Commons License
Quest'opera è pubblicata
sotto una Licenza Creative Commons.




Syndicate this site!


Porchetta casalinga

di Vivalavita

del
03/10/2012

Preferita da 12 utenti

 

tutte le ricette preferite dagli utenti

18634 click

aggiungi ai preferiti
salva nel tuo ricettario


stampa
versione per la stampa

piatti tipici secondi senza glutine senza lattosio senza uova

 

Mio marito è un grande amante della porchetta, ma, nel mio paese, si trova solo in occasione della fiera (una volta l'anno). Con questa ricetta possiamo farla in casa ogni volta che vogliamo. Non è il tipico maialino intero cotto allo spiedo ma ci assomiglia molto. Da una ricertta di Simone Fracassi modificata negli aromi e modalità di cottura.
Tempo di preparazione e cottura:
20 min più 5 - 6 ore per la cottura
Ingredienti
1/2 pancetta di maiale fresca, stesa, e la sua cotenna
(chiedere al macellaio di separarle mantenendo la cotenna intera)
lonza di suino sgrassata, della lunghezza della pancetta, divisa in due ad ottenere un "filetto"
aromi (rosmarino, aglio, bacche di ginepro, o secondo il proprio gusto) tritati finemente
poco sale
olio evo
spago da cucina
alluminio q.b.
Stendere la pancetta e la cotenna su un tagliere, condirle con un filo d'olio e distribuirlo bene con le mani; aggiungere gli aromi tritati (io ho usato solo rosmarino, aglio e bacche di ginepro) e poco sale, anche sul filetto di carne, e massaggiare.
Appoggiare la lonza al centro della pancetta, alzare i lembi di quest'ultima imprigionando la lonza e legare. Appoggiare poi la parte "aperta" sulla cotenna e legare nuovamente il tutto con lo spago, stringendo bene prima di annodare e tagliando poi lo spago stesso. Ripetere la legatura per tutta la lunghezza della pancetta.
(Con questi ingredienti ho ottenuto una porchetta di 5 Kg e rendendomi subito conto che era troppo grossa per la mia famiglia l'ho divisa in due parti: una l'ho cotta e l'altra congelata e cotta successivamente; unico accorgimento, l'ho legata con lo spago una volta anche nel senso della lunghezza per impedire che il filetto uscisse in cotura).
Avvolgere in carta d'alluminio ed adagiare in uno stampo da forno.
La ricetta prevedeva la cottura in forno elettrico a 220° per circa tre ore, io però l'ho cotta una prima volta nel forno della cucina economica per 5 ore (ma anche un'oretta in più non avrebbe fatto male) e la successiva nel forno a legna aperto mantenendo sempre il fuoco acceso in un angolo e sempre per 5 - 6 ore.
Dopo un'ora di cottura, togliere l'alluminio e, se la cotenna non fosse stata sufficiente per avvolgere tutto il rotolo di carne, lasciarlo solo nella parte rimasta scoperta.
 
 
 La cotenna deve risultare ben abbrustolita e croccante e la carne ben cotta e succosa (non va mai bucata in cottura nemmeno per girarla).
 
 
Tolta dal forno e affettata ancora calda si presenta così:
 
 
Io la preferisco il giorno seguente fredda e affettata sottile come nella prima foto anche se nulla impedisce di scaldarla in padella.
 
P.S.: il mezzo filetto di lonza rimasto l'ho utilizzato per preparare un buon arrosto.
 

Questo sito utilizza cookie tecnici per fornire i propri servizi. Continuando la navigazione,si acconsente al loro utilizzo.
In alternativa è possibile rifiutare tutti i cookie cambiando le impostazioni del proprio browser oppure abbandonando il sito.
Chiudi