Vai alla homepage di www.kucinare.it Ricette

cerca


community

Login
Gli utenti di Kucinare.it

Forum

La mia pagina
Invia ricetta
Invia articolo
Netiquette
Registrati

Il ricettario

Le ricette preferite

Gli articoli

Link
Contattaci
home

Creative Commons License
Quest'opera è pubblicata
sotto una Licenza Creative Commons.




Syndicate this site!


Risotto al radicchio tardivo di treviso

di mamma puzzola

del
28/12/2005

Preferita da 80 utenti

 

tutte le ricette preferite dagli utenti

98329 click

aggiungi ai preferiti
salva nel tuo ricettario


stampa
versione per la stampa

cucina quotidiana piatti tipici primi ricetta vegetariana senza glutine senza uova

 

Classico piatto della tradizione trevigiana, è sia rustico che elegante. Una volta assaggiato diventa indimenticabile.Si inserisce bene sia in un pranzo casalingo che in una cena con ospiti.
Tempo di preparazione e cottura:
30 min
Ingredienti
qper 4 persone

200 - 300 g di radicchio di Treviso
300 g di riso per risotti (preferibilmente carnaroli o vialone nano - magari di Grumolo delle Abbadesse)
800 ml di brodo vegetale
40 g di grana padano*
1 scalogno medio
1 bicchiere di vino rosso corposo
30 g di burro
2 cucchiai di olio E.V.O.
sale e pepe

* preferisco il grana padano perchè essendo un prodotto del territorio lo trovo più adatto a un piatto tradizionale; nulla vieta di usare parmigiano reggiano o grana trentino a seconda dei gusti
Didascalia se ce la vuoi mettere
clicca per ingrandire


In una padella, mettere ad appassire lo scalogno affettato a velo in un cucchiaio di olio e quindi aggiungervi il radicchio ridotto in chiffonade (con lo stesso procedimento della vellutata di radicchio), salare, pepare e lasciar appassire coperto per 5 o 6 minuti.
Nella pentola del risotto, far tostare il riso con l'altro cucchiaio di olio e 10 g di burro. Una volta rosolato, sfumarlo con il vino rosso. Quindi portarlo a cottura nel modo classico, aggiungendo man mano il brodo. 
A metà cottura aggiungere il preparato di radicchio, quindi proseguire fino a cottura del riso. Deve risultare leggermente all'onda, ma non troppo morbido.
Alla fine, mantecare il risotto con il restante burro e il formaggio grana. Lasciar riposare qualche secondo, quindi impiattare.

Didascalia se ce la vuoi mettere

Variante tradizionale è anche l'aggiunta di 50 g pancetta o di salsiccia veneta alla preparazione di base.

Ottime varianti "moderne", invece, possono essere l'aggiunta di porcini alla preparazione di base o di cubetti di Asiago, sia fresco che mezzano, o di Castelmagno alla mantecatura.