Vai alla homepage di www.kucinare.it Ricette

cerca


community

Login
Gli utenti di Kucinare.it

Forum

La mia pagina
Invia ricetta
Invia articolo
Netiquette
Registrati

Il ricettario

Le ricette preferite

Gli articoli

Link
Contattaci
home

Creative Commons License
Quest'opera è pubblicata
sotto una Licenza Creative Commons.




Syndicate this site!


Spiedini palermitani

di ennebi61

del
28/02/2009

Preferita da 33 utenti

 

tutte le ricette preferite dagli utenti

9713 click

aggiungi ai preferiti
salva nel tuo ricettario


stampa
versione per la stampa

piatti tipici secondi

 

Lo "spidino" è una prelibatezza tipica della rosticceria palermitana. Nella ricetta originaria sono spiedini fritti di strati alternati di ragù e pane tenuti insieme da una spessa impanatura e per “formarli” si usa un’apposita scatoletta di legno che fa da impalcatura; a casa ho tentato di riprodurli usando polpettine alternate a cubetti di pane raffermo. Son venuti buonissimi e neanche tanto complicati da fare
Tempo di preparazione e cottura:
2 h
Ingredienti
 
per 8 spiedini (8 persone)

pane bianco raffermo (a cassetta o normali panini)
½ litro latte
450 g di carne di manzo tritata
2 uova
3 cucchiai parmigiano
3 cucchiai pangrattato
2 cucchiai vino rosso
sale, pepe, erba cipollina
 
Per l’impanatura
4 uova
pangrattato
farina
 
16 stecconi di bambu’ di almeno 16 cm
 
Preparare, partendo da pane a cassetta ma anche da panini raffermi 24 parallelepipedi di dimensioni circa 6 x 3 x 2 cm. E' comunque importante che siano tutti della stessa dimensione.
 
 
Impastare la carne con le uova, il parmigiano, il vino, 3 cucchiai di pangrattato, sale, pepe, erba cipollina, esattamente come quando si fanno le polpettine. Ricavatene 16 polpettine di forma oblunga.
A questo punto bagnate 3 parallelepipedi di pane raffermo nel latte ove avrete sciolto un pizzico di sale e disponeteli su un tagliere. Alternateli a 2 polpettine. Modellate il tutto in modo da fare aderire carne a pane e da dare una forma rettangolare. Infilzate lo spiedino con due stecche di bambù (in commercio si trovano quelli da 20 cm, tranciatene un po' se no viene difficile a friggerli; per far entrare lo steccone agevolmente ruotatelo mentre infilzate). Ripetete l’operazione: con le dosi indicate ne vengono otto.
 
 
 
Appena son pronti passateli in farina, uovo battuto (con un pizzico di sale), pangrattato, poi nuovamente uovo e pangrattato (doppia impanatura).
 
 
Friggeteli in una padella con tanto olio da arrivare a metà altezza dello spiedino, in modo che anche le facce laterali si dorino. Ancora caldi togliere i bambù ruotandoli su se stessi mentre li estraete. Si consumano tiepidi.
 
 
 

Questo sito utilizza cookie tecnici per fornire i propri servizi. Continuando la navigazione,si acconsente al loro utilizzo.
In alternativa è possibile rifiutare tutti i cookie cambiando le impostazioni del proprio browser oppure abbandonando il sito.
Chiudi