Vai alla homepage di www.kucinare.it Ricette

cerca


community

Login
Gli utenti di Kucinare.it

Forum

La mia pagina
Invia ricetta
Invia articolo
Netiquette
Registrati

Il ricettario

Le ricette preferite

Gli articoli

Link
Contattaci
home

Creative Commons License
Quest'opera è pubblicata
sotto una Licenza Creative Commons.




Syndicate this site!


Grissini torinesi rubatà

di greta

del
08/02/2009

Preferita da 52 utenti

 

tutte le ricette preferite dagli utenti

26830 click

aggiungi ai preferiti
salva nel tuo ricettario


stampa
versione per la stampa

macchina del pane pane piatti tipici

 

E' la versione più rustica dei grissini torinesi, l'altra sono i grissini stirati. E' semplice anche per chi non è esperto di lievitati...
Tempo di preparazione e cottura:
1 ora di lievitazione + 15/25 min di cottura
Ingredienti
 
500 g. di farina OO
250 g. di acqua (per essere certi che non sia troppo calcarea ecc. meglio se oligominerale)
un cucchiaio di malto
un cucchiaio di strutto
mezzo cubetto scarso di lievito di birra (10 g. circa)
2 cucchiaini di sale
olio EVO per ungere e un po’ di semola di grano duro rimacinata

Sciogliere il lievito nell’acqua appena intiepidita ed aggiungervi il malto mescolando bene.

Impastare tutti gli ingredienti lasciando per ultimo il sale. L’impasto deve risultare elastico e liscio. Si può usare il programma solo impasto della mdp.

Stendere l’impasto sulla spianatoia formando un panetto lungo e schiacciato (circa 5 cm di altezza), spennellarlo di olio e spolverizzarlo di semola di grano duro.

Coprirlo con una campana da dolci e lasciarlo lievitare un’ora.

Dopo la lievitazione tagliare l’impasto in pezzetti allungati.

Rotolare i pezzetti sulla spianatoia fino a formare i grissini.

Cuocerli in forno ventilato (per usare più teglie contemporaneamente) a 200° per circa 20 minuti.

Controllare con attenzione il grado di cottura dopo i primi 15 minuti, anche se sembra una cosa ovvia, in base al diametro dei grissini ed alle caratteristiche del proprio forno la cottura può essere già completata dopo questo tempo come doversi protrarre per altri 10 minuti. Se sono piccolini si corre il rischio di bruciarli!

Si possono fare più conditi (arrivando ad 80 g di strutto), si può usare l’olio ed aggiungere rosmarino, origano, olive, cipolle…Io non ho mai fatto varianti “umide” (solo origano…) ma quasi tutte le panetterie propongono queste varianti. Ecco le fasi della lavorazione:
 
 
 
 
 
 
 

Questo sito utilizza cookie tecnici per fornire i propri servizi. Continuando la navigazione,si acconsente al loro utilizzo.
In alternativa è possibile rifiutare tutti i cookie cambiando le impostazioni del proprio browser oppure abbandonando il sito.
Chiudi